Il Centro Interculturale MoviMenti e il progetto SAI Unione Valle Savio propongono a tutta la comunità locale un evento all’insegna della musica e della multiculturalità. I due progetti, parte integrante dell’ASP del distretto di Cesena e Valle Savio, uniscono ancora una volta le loro forze per poter creare un momento di convivialità per tutti e tutte, la cui motivazione principale sia un sano e collettivo far festa. Per quest’occasione, l’intrattenimento musicale sarà volto alla fusione di più stili e sonorità, prima con Bandada, coro migrante che canta in tutte le lingue del mondo, o almeno ci prova! È composto da persone che desiderano stare insieme utilizzando la musica come motore di condivisione di emozioni ed esperienze. Attualmente Bandada – raccoglie cantanti da Argentina, Montenegro, Germania, Francia e Italia. L’obiettivo è estendere e allargare la rete e aprire il gruppo a sonorità e musicalità di quanti più Paesi possibile.

Successivamente, Momo Said e Claude Bizex si esibiranno per concentrare il loro essere cosmopoliti dentro microfoni e strumenti musicali per trasmettere al pubblico uno dei migliori messaggi della musica: l’unione dei popoli. 

Momo Said nasce a Casablanca (Marocco) nel 1982. Emigrato all’età di tre anni in Italia con la famiglia, cresce nelle Marche. Da bambino ascolta dischi e cassette che il padre, commerciante, vende nei mercati. Crescendo evidenzia un’ insieme di sonorità folk, reggae e soul che evidenziano le sue doti compositive e canore, la spontaneità di un personaggio trascinante e coinvolgente

Claude Bizex originario del Benin si esprime fin dall’infanzia attraverso la musica, crescendo diventa anche cantautore. Oggi esprime il suo essere attraverso le percussioni e la batteria, domenica sarà presente con i suoi bonghi e i suoi ritmi straordinari.

Durante la giornata avremo l’occasione di ascoltare i contributi dell’assessora ai servizi per le persone e le famiglie Carmelina Labruzzo, della presidente di ASP Maria Elena Baredi e della presidente del quartiere Centro Urbano Aldina Baldacci.

Inoltre, saranno presenti le associazioni che rappresentano le numerose comunità di Cesena. Allestiranno i loro stand con varie progettualità e attività da svolgersi durante l’evento. Ognuna di esse si impegna in modo diverso per dare il proprio contributo al territorio che le accoglie, ma anche per ricordare ad ogni proprio associato di non essere l’unico ad aver fatto una scelta di cambiamento. Un esempio molto calzante è il contributo sportivo dell’ass. Giovani del Bangladesh nella diffusione del mondo del Cricket nella comunità locale. Saranno presenti anche l’associazione Ivoriani, l’ass. Interculturale Bangladesh, l’ass. Donne Marocchine di Romagna, l’ass. Ipazia Libere Donne, l’ass. Nigeriani di Cesena e l’equipaggio di terra della sezione Forlì-Cesena di Mediterranea Saving Humans.

Fare rete tra i servizi è necessario per proseguire il lavoro sul territorio, approfondendo le dinamiche interculturali e le relazioni tra le persone, connettendo realtà e mondi diversi per confrontarsi e far nascere nuove occasioni di scambio.

Nel corso di questo ricco pomeriggio, Radio ConTra trasmetterà in diretta streaming sul sito www.radiocontra.eu la cronaca della giornata, accompagnata dalle interviste ai partecipanti. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *