“STORIE DI C’ERA” il podcast che esplora le storie provenienti da culture di differenti parti del mondo.

Il podcast dell’ASP Cesena Valle Savio, in collaborazione con Radio ConTra, nato in occasione della Festa della Lingua Madre rappresenta una modalità di ascolto pro-attivo per esplorare una nuova conoscenza. 

La Giornata della Lingua Madre, istituita dall’UNESCO nel 1999, celebra la diversità linguistica e culturale che arricchisce il nostro pianeta. Da allora ogni 21 febbraio si celebra nel mondo il valore della lingua madre e la ricchezza del multilinguismo. La data è significativa di un evento avvenuto nel 1952: l’uccisione da parte delle forze di polizia pakistane di alcuni studenti dell’Università di Dacca che rivendicavano il bengalese quale lingua ufficiale.

In occasione di questo evento significativo è nata l’idea di voler avere qualcosa di tangibile e sempre disponibile all’ascolto come un podcast, gli ascoltatori avranno l’opportunità di immergersi in racconti intramontabili provenienti da diverse culture e narrati nelle lingue originali.

“Le lingue madri, in un approccio multilinguistico, sono fattori essenziali per la qualità dell’istruzione, che è alla base dell’emancipazione di donne e uomini e delle società in cui vivono”.

Irina Bokova, Direttore Generale dell’UNESCO

Possiamo affermare che usi e costumi vengono tramandati in differenti modalità e che questi vadano ad intaccare anche quelle che sono le abitudini o i costrutti quotidiani. Una delle modalità in cui sono tramandati è sicuramente la diffusione orale di storie, favole e proverbi che, se da una parte potrebbero avere significati simili a quelli che ricordiamo se chiudiamo gli occhi, dall’altra regalano immagini e suoni unici. Unici come la lingua in cui sono espresse, capaci di creare nuove sonorità e attribuire accezioni differenti alle stesse storie.

Ogni racconto è un viaggio attraverso il tempo e lo spazio, arricchito dalla bellezza delle lingue madri che li animano. Attraverso queste storie, gli ascoltatori avranno l’opportunità di connettersi con culture lontane e di apprezzare la ricchezza della diversità linguistica che caratterizza il nostro mondo.

“STORIE DI C’ERA” si propone come mezzo per raccogliere racconti rappresentativi di un certo folklore, di un certo popolo, di un certo passato che nel nostro piccolo ci fa sempre sorridere ogni volta che lo ricordiamo e in qualche modo lo riviviamo. 

Già dalla copertina veniamo catapultati in un’altra dimensione ed in un altro periodo di vita che ci accomuna tutti, al di là della lingua, non resta che farsi cullare da queste sonorità e farsi trasportare dalle storie all’interno di esse. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *